Home

Haul: ordine Cuccioli d’uomo

18 commenti

Buon mercoledì afoso, gente! 
Un’altra giornata di caldo infernale sta volgendo al termine – grazieaddio oserei dire -, e pare siano in arrivo dei temporali. Io, per ora, vivo abbracciata al ventilatore o, nei weekend, abbracciata al condizionatore del moroso. Della serie amori opportunisti. 

Venerdì scorso ho approfittato di una serie di sconti sul sito ecobio Cuccioli d’uomo per effettuare un piccolo ordine dedicato ad Antos, una marca di cosmesi di cui sento parlare benissimo dalle colleghe blogger e che mi ha sempre incuriosita. Qui a Brescia, purtroppo, non è affatto reperibile – in centro hanno aperto da pochissimo una bioprofumeria ma non tiene il marchio – mentre altri siti hanno le spese di spedizione decisamente troppo alte. Cuccioli d’uomo è stato un buon compromesso: fino a 15 euro le spedizioni ammontano a 5,50 euro, oltre diminuiscono a 3,90, e per gli ordini superiori a 39,90 sono completamente gratuite. Inoltre, io ho risparmiato qualcosina sul totale dell’ordine usando uno degli sconti giornalieri pubblicati sul sito mentre questo era offline, cosa nient’affatto sgradita. La consegna, infine, è stata più che celere: partita lunedì, è giunta fra le mie manine oggi. 
Ed ecco ciò che ho acquistato:

Bagnoschiuma esfoliante (5,50 euro): inserito all’ultimo nell’ordine, ha un’azione rinfrescante, tonificante e garantisce una pulizia profonda. Nonostante sia a base di rusco, edera, ippocastano e quercia marina, profuma essenzialmente d’albicocca, i cui noccioli sono triturati nel prodotto per un effetto scrub leggero. Il colore – marroncino/grigio con micro granuli all’interno – non è dei più invitanti.

Tonico Astringente (4 euro): ecco il motivo principale del mio ordine! Ne ho sentito parlare benissimo da tutte – in particolare da Wannabe Renoir e Golden Violet – e mi sono detta che dovevo assolutissimamente avere questo tonico magico. Pare faccia miracoli sulla pelle grassa!

Crema Dermopurificante (6,50 euro): questa sarà un’incognita, lo ammetto. Ha un profumo meraviglioso di rosmarino, decisamente fresco, ma a quanto ho letto in giro a qualcuna l’olio di mandorle dolci ha causato lucidità e in qualche caso anche brufoli. Io mi aspetto grandi cose da questa crema, e spero davvero non mi deluda. Per ora il profumo promette bene!

Crema Piedi (5,50 euro): questa è davvero pura e semplice curiosità. Misato ne parla benissimo da eoni e mi sono decisa ad infilarla nel carrello, in particolare in vista delle ferie, quando mi aspetteranno lunghe camminate nei boschi e avrò bisogno di qualcosa che dia sollievo ai miei piedi martoriati. 

Le prime impressioni inizieranno ad arrivare a settembre: ho intenzione di conservare questi prodotti per le ferie in Trentino (14-24 agosto), insieme al sapone #GayIsOk di Lush. Per ora, i fratellini Antos troneggiano in uno  scomparto del frigo: quando sono arrivati erano bollenti (oggi abbiamo toccato i 40°C), e ho preferito metterli al riparo onde evitare alterazioni nella composizione. 
Voi avete mai provato Antos e qualcuno di questi prodotti? 

Tizy

Annunci

Acquisti parigini

47 commenti

E’ passato quasi un mese dalla mia vacanza a Parigi e, con la celerità che mi contraddistingue, mi accingo ora a mostrarvi il bottino makeupposo che mi sono portata a casa.  A esser sincera avrei voluto acquistare qualcosina in più, ma ho speso buona parte del mio denaro in dolci, cartoline, segnalibri e libri. Per dire: son tornata a casa con 30 euro in cartoline, fate un po’ voi… Ogni volta le compro per usarle come segnalibri, e poi finisce che, per paura di perderle, le lascio riposte nelle scatole ricordi che compongo dopo ogni viaggio. Dovrei decidermi a creare almeno un album….

Ecco qui tutto il mio bottino beauty, che al rientro ha viaggiato nello zaino del moroso perchè nella mia valigia non ci stava più nulla. Quanto amorrrrre, prima o poi scoppierà e butterà tutti i carichi extra che gli appioppo nel fiume.  :3

A Parigi mi sono innamorata di Monoprix, una catena di negozi tipo Ovs, anche se alcuni avevano anche il supermercato all’interno. E’ stato un colpo di fulmine non appena ci sono passata davanti lunedì pomeriggio, appena scesa dal treno.  Era a portata di mano, proprio sotto casa mia, e ci avrei volentieri comprato anche altro se avessi avuto più tempo. Pazienza!
Tutto ciò che vedete in foto è stato acquistato da Monoprix, esclusi naturalmente i due Tea Tree di The Body Shop, acquistati nell’omonimo negozio. Dopo la meravigliosa esperienza con il tea tree ho deciso di far scorta nell’attesa che, magari, aprano uno shop dalle parti di Brescia.

Fond de teint Healthy Mix Serum di Bourjois: visto milioni di volte sul blog di Soffice Lavanda – a proposito, grazie per la tempestiva guida agli acquisti francesi, uscita proprio mentre ero in vacanza laggiù – lo bramavo con tutta me stessa.  Da brava idiota ho sbagliato colorazione: ho preso Vanilla, che era il colore più chiaro esposto (non c’era traccia della colorazione più chiara, altrimenti l’avrei presa) e, con le luci del negozio, sembrava perfetto per me. Mi sono accorta il mattino successivo che era leggermente più scuro della mia pelle, ma ho rimediato schiarendolo con un fondotinta minerale molto chiaro.
La consistenza mi piace parecchio: è freschissima, non lascia alcuna sensazione appiccicosa o “di troppo” tipica dei fondi liquidi e lascia sulla pelle un profumo fruttato molto piacevole. Come base per il fondo minerale funziona da dio, perché fa resistere il fondotinta al caldo e alle intemperie. Non è coprente, purtroppo, quindi direi che va bene per uniformare un po’ l’incarnato e basta.

Acqua Termale Evian: ammetto di avere comprato la minisize per pura curiosità ma, tutto sommato, non capisco che benefici dovrebbe apportare oltre al rinfrescare la pelle. Grazie a lei mi sono ustionata per bene, comunque. Chi è, secondo voi, la deficiente che, in coda fuori da Notre Dame sotto un sole cocente si spruzza beatamente l’acqua termale addosso, noncurante degli ammonimenti degli amici sul rischio scottature? Io, ovvio.
Alla sera avevo un fantastico segno della canotta, evviva!

Acqua Miscellare Bioderma: un ruolo fondamentale qui lo giocano Daniela e Takiko che hanno tessuto (e tessono tuttora) lodi di questo prodotto per mesi. Mi hanno incuriosita a tal punto che non ho resistito e mi sono portata a casa un litro di struccante per la modica cifra di 17 euro (che, lo ricordo, qui in Italia è il prezzo della singola confezione). E’ stato, tuttavia, l’acquisto dell’ultimo giorno, prima di intraprendere il viaggio del rientro. Inizialmente non ero troppo convinta di volerla acquistare – sono ancora una novizia delle acque miscellari, perché finora ho testato soltanto quella di Auchan – ma ho iniziato a paciugarci da Monoprix: la tenevano accanto agli espositori di makeup insieme ad altri struccanti per permettere alla clientela di scegliere il prodotto che più preferiva per struccarsi, e mi sono resa conto che lasciava la pelle davvero morbidissima, con una grande sensazione di pulizia. Così ho deciso: MIA!

Scrub all’albicocca e Siero viso al lici e all’aloe Monoprix: naturalmente si tratta del marchio omonimo della catena di negozi, che propone una linea viso interamente bio. Non sono una bio talebana e lo sapete, né sono una che usa preferibilmente prodotti bio, ma ho acquistato questi prodotti perché incuriosita dalle profumazioni delicate: vedremo come si comporteranno!

Gel rassodante alla papaya di Lovea: marchio che ho avuto la gioia di usare con soddisfazione in questi due anni e che, in questo caso, mi ha regalato una parziale delusione: questa crema ha un odore chimico e non ha alcun effetto rimodellante. Assorbe tuttavia in tempi relativamente brevi e lascia la pelle morbida, ma in linea di massima non vedo l’ora di finirla. (Sì, ho cominciato a testarla già a Parigi)

Tea Tree Oil di The Body Shop: c’è altro da dire? Ho semplicemente fatto scorta!!

E voi cosa avete acquistato durante le vostre vacanze? Avete mai provato qualche prodotto descritto?
Un bacio!

Tizy

Dark Romance – haul, swatches, prime impressioni

70 commenti

Indovinate chi ha shoppingato venerdì? *io! io! io! io!*

Complice il moroso che pur di non studiare si presterebbe persino a una seduta di make up da Kiko,  sono andata dal mio OVS di fiducia. Quello lontano dal centro. Quello imboscato. Quello che le ragazzine cavallette non sanno raggiungere. Quello – di conseguenza – con lo stand intonso. Quello sempre in perfetto ordine, con la commessa gentile che non ti guarda male se le chiedi un’informazione.
Insomma, sono andata al paradiso degli OVS.

E c’era lei: la Dark Romance (gaga ullallà aiwannadarkromensssss uooo uoo uoo gaga ullallà). La nuova Limited Edition di Essence, per intenderci, totalmente intonsa, appena esposta. Non mancava nulla e per giunta ogni prodotto era scotchato per bene. Dio, quanto ti amo commessa dell’Ovs imboscato.

Ecco ciò che ho acquistato io:

La Dark Romance mi aveva attratto fin dalla sua comparsa, in super anteprima, sulle pagine facebook, e conquistata del tutto quando uscirono le prime preview sui blog tedeschi. A proposito, per le anteprime Essence e Catrice, nonché relativi swatch, mi affido alla pagina Essence a Milano (qui il LINK), è sempre super aggiornata nonché dannatamente tentatrice.

La Dark Romance ha un packaging figo, che io naturalmente non ho provveduto a fotografare, che corrisponde all’idea che la me profana si è fatta del concetto di dark: confezioni nere, scritte gotiche, cosmetici scuri. La fiera degli stereotopi, in sostanza.

Sorvolando per un momento sullo smalto – per me non esistono colori difficili da portare sulle unghie – rossetto e blush presentano una gradazione assolutamente inedita per il mio stash. Inizialmente li avevo totalmente ignorati: “Troppo scuri” – mi ero detta – “Non staranno mai bene sul mio incarnato bianco ceramica del water pallido.”

In realtà da tempo avevo un tarlo del rossetto scuro – che risponde al nome di Selene – che mi stava rosicchiando il cervello e che io fingevo beatamente di ignorare. Più che altro perchè a lei sta bene TUTTO, io rischio sempre di sembrare Moira Orfei uscita male.
Alla fine la mossa finale l’ha fatta il moroso, perchè io stavo optando per il duo rossetto-blush rossognotta.
Ragazzuole, pensate ciò che volete ma io non vado più a comprar rossetti senza Ale. Non c’è storia, ha più occhio di me e capisce dalla confezione cosa mi può star bene e cosa no. Siamo al decimo rossetto consecutivo che azzecca, fra poco mi toccherà erigere un santuario in suo onore. Ma non voglio solleticare troppo il suo ego: se la tira già abbastanza.

Foto scattata venerdì sera, con la naturalissima luce del cesso del moroso

Foto scattata oggi pomeriggio con Ipad.

Il pezzo forte della collezione è indubbiamente il blush.
Io ho optato per lo 02 Red Romance (2,99 euro), un rosso/borgogna scuro. Il prodotto è in mousse, sofficissimo, ed è già tanto che abbia resistito alla tentazione di pucciarci innumerevoli volte il dito. Basta una piccolissima quantità per donare alle un bel colorito. Mi raccomando, piccolissima quantità: sfiorate appena con il dito il prodotto, perchè se premete troppo sarà la fine e vi ritroverete ad essere delle Heidi darkettone. Lo potete notare dagli swatch che vi ho proposto: nella prima foto, in preda alla foga della prima apertura, avevo allegramente premuto il dito dentro nel blush e non c’era verso di scaricare il colore.
La durata è molto buona, o almeno così è stato sabato sera: indossato alle sei di pomeriggio, a mezzanotte c’era ancora un’ombra di colore. Tenete presente che ho la pelle molto oleosa, quindi di norma questa tipologia di blush tende a scivolare via velocemente dalle mie guanciotte.

Dello stesso identico colore del blush è il rossetto, lo 01 Dark Romance (2,79 euro).
Assoluta novità nel mio stash, appena messo continuavo a guardarmi allo specchio, non del tutto convinta che un colore così scuro mi stesse bene. Mi vedevo strana, ecco. Dopotutto, ho sempre prediletto i colori accesi.
La stesura è molto confortevole e sulle labbra è molto morbido, con un colore pieno alla prima passata. La durata, con una matita sotto, si attesta sulle due ore, due ore e mezza. Tenete presente che sabato ho mangiato una bella pizza, quindi è anche normale che abbia resistito così poco. Non vedo l’ora di sperimentare questo rossetto in attimi della giornata più tranquilli, lontano dai pasti.

Ok. Lo ammetto. Ho comprato lo smalto (02 Red Romance, 2,49 euro) solo per lo sfizio di abbinarlo a blush e rossetto. Niente di più e niente di meno.
Notate soprattutto la maestria con la quale l’ho steso, domenica pomeriggio, al semibuio, al risveglio da un sonnellino pomeridiano e mentre stavo giocando a sims. Diamine, la mia simsina doveva esplorare la Sfinge! U.U
Posso dirvi, per ora, che la stesura è agevole e l’asciugatura rapida, con un effetto matt non troppo pronunciato. Colore carino, ma non indispensabile e assurdamente particolare, ecco! =)

Occhi:
Long Lasting Stick Eyeshadow by Kiko n°28
The Balm, Palette Shady Lady Vol. 2:  Insane Jane (grigio/marroncino), Feisty Felicia (viola scuro)
Mascara Gosh Cosmetics
Matita Occhi Waterproof by Glossip

Viso:
Fondotinta Jade Minerals in Fair
Blush 02 Red Romance by Essence

Labbra:
Lip Pencil 08 Red Blush by Essence
Lipstick 01 Red Romance by Essence

Beauty delle vacanze

49 commenti

Ciao ragazze!

Riemergo dalle tenebre post esame (mi sono levata quella palla al piede di geografia con un 30 e lode, yeeeeeeeeeeeee!) per annunciarvi che..Me ne vado in vacanza!
Sì, lo so. Da un mese latito dal mio, ma soprattutto, dai vostri blog. Chiedo venia! Sono state settimane assurdamente di fuoco: son sincera, preparare l‘esame di geografia è stato più stancante che preparare quello sulla Divina Commedia. Ho proprio un odio viscerale per quella materia, un’antipatia che risale dagli anni delle scuole elementari, quando mi facevano disegnare cartine su cartine sui fogli di lucido. Quante volte le avrò rifatte? Un migliaio di volte? Ricordo che non ero per nulla precisa nel colorarle, e la maestra si incazzava parecchio. Morale della favola? Alla fin fine le disegnava mio padre al posto mio.
C’è da dire che non mi è mai piaciuto ricalcare i disegni: alle elementari c’era una bambina che spacciava dei disegni di Sailor Moon palesemente ricalcati dai giornaletti per suoi. E io la odiavo, perchè nonostante le prove non demordeva.  Io, al contrario, ho sempre preferito ricopiarli mettendo alla prova le mie capacità: magari il risultato non era perfetto come il suo, ma era farina del mio sacco, almeno.
Da allora detesto profondamente chi spaccia per suo un lavoro di altri, nella vita quotidiana come nella blogosfera.

A proposito di blogger copione, poco tempo fa ne abbiamo beccata un’altra, una fantomatica Serena.  Il suo era un blog assurdo nel vero senso della parola. Nato con il preciso intento di ricevere ogni sorta di prodotto gratis dalle ditte, la furba aveva ben pensato di copiare recensioni già esistenti in modo da costruirsi una storia credibile sulla blogosfera.
Ragazzuole, ne ho viste di blogger copione, ma a questa spetta decisamente la palma d’oro. Mediamente, una blogger disonesta ricopia 4-5 recensioni massimo, che occulta per bene in mezzo ad altri post. Il blog di Serena era interamente copiato. Completamente, foto comprese. Ovviamente, copiare così tanto doveva averla particolarmente stancata: ebbene, c’erano persino gli stamp delle recensioni rubate ad altri blog! Una situazione che all’inzio può suscitare ilarità – se una si riduce a “prendere in prestito” review non sue per riceve campioni di acqua Sant’Anna è davvero messa male – ma che a lungo andare rende davvero furiosi.
Tra l’altro, la ragazza in questione non aveva capito la gravità della situazione: fatto sparire il vecchio blog, ne ha riaperto subito un altro. Copiato pure quello: nella home faceva bella mostra di sé una ricetta del Tiramisù soffiata a Giallo Zafferano.
Adesso lei, i suoi blog e le sue pagine (con un’app aveva fatto in modo che si vedessero 10 milioni di fan, quando in realtà ne aveva circa 3 mila nella prima e 0 nella seconda) sono spariti. Ma, dopotutto, non c’è due senza tre, no?

Piccola novità!
Ho aperto la pagina Facebook relativa al blog: da oggi mi trovate anche qui! (LINK) 

Bando alle ciance, giungiamo all’argomento principale del post, ovvero il mio beautycase delle vacanze.  Lunedì partirò per Bibione, e ci resterò 5 giorni: ho pensato fosse una bella occasione per cercare di creare un beauty-case per il makeup in modo ragionato. La mie fonti di ispirazioni sono questo post di A Colorful Mess e un post relativo al trasporto pennelli che Misato aveva pubblicato qualche mese fa e che avevo letto con interesse. Purtroppo il blog di quest’uiltima per ora è offline e non posso fornirvi il link preciso: lo inserirò quanto prima.

Il mio beauty-case (quante ripetizioni! -.-) non è assolutamente minimale come quello di Chicca, tuttavia è molto meglio rispetto a quello dell’anno scorso. Sostanzialmente, ho usato quel poco di sale in zucca che mi è rimasto e mi sono fatta la fatidica domanda: “Quante e quali cose riuscirò ad utilizzare in 5 giorni?“. La risposta è venuta da sé.
Il mio errore principale, negli anni passati, è stato farmi assalire dai dubbi: “E se voglio farmi questo trucco? E se mi servisse proprio quel colore? E se? E se?”. Insomma, finivo per portarmi valanghe di roba che poi non usavo mai.  Anche perchè, in vacanza, mi assale la pigrizia e voglio prodotti che si spalmino praticamente da soli, senza troppi sbattimenti.
Quello che vi mostro è un esperimento: probabilmente, al prossimo viaggio ridurrò ulteriormente le quantità.

1) Sezione Occhi

E’ la sezione più voluminosa di tutto il beauty-case, ma c’è un motivo. In vacanza si unirà a noi una coppia di cari amici, e la cara Valentina si sta avvicinando in questi mesi al mondo del makeup: volevo portare qualcosina da farle provare, visto che lei è molto creativa e decisamente brava con le sfumature!

Secondo le mie previsioni, utilizzerò soprattutto i due ombretti in crema in alto.
Da sinistra, Raise the curtain for… della LE Circus Circus di Essence, la prima su cui abbia messo gli occhi in assoluto. Si tratta di un amore ritrovato: lo stavo per gettare, poi ho provato a bollirlo: magia! E’ diventato sfumabilissimo, luminoso da impazzire: è decisamente l’ombretto feticcio del momento.
Accanto troviamo il Pupa Vamp n°600,  un taupe violaceo assolutamente versatile. Lui viene con me per due buone ragioni: per essere protagonista di trucchi serali e, soprattutto, per il test definitivo prima di finire nel Drama Tag “My Top Five Cream Eyeshadow”.
Ultimo, ma non meno importante, un regalo graditissimo della dolcissima Kat di Piccole Passioni Make Up: uno duochrome azzurro/oro di Jade Minerals, lo 056.  Prossimamente vi farò vedere che super pacchetto mi ha spedito Kat! Ho ancora gli occhi che fanno blink blink! (*-*).

I 2 prodotti essenziali più uno! Matita nera, il mio solito mascara nero infinito (gente, ancora non accenna a finire! Ho il mascara di Mary Poppins! U,U) e LUI. L’ombretto in stick di Kiko color panna. Odiato appena acquistato, amato ultimamente.
Solitamente lo uso come illuminante: è similissimo al colore della mia pelle, solo leggermente più giallognolo, ergo sta benissimo sia steso sotto l’arcata sopraccigliare oppure nella zona occhiaie (che copre perfettamente).

Infine lei, la Showstopper Palette di Sleek. Inizialmente pensavo di portarmi la Storm, ma Vale mi ha avvertita che porterà la sua Naked 2 (gliel’abbiamo presa per il compleanno, era felicissima! *-* Adoro veder sorridere i miei amici!), ergo l’ho sostituita con questa, che contiene i miei due colori preferiti: Bad Girl, il verde militare, e Au Naturel, il viola.

3) Sezione Labbra


AAah, che bell’acquisto quel Baby Lips alla ciliegia! *-*
Lo porto sempre con me, adoro il velo di colore che lascia sulle labbra e l’effetto sano che conferisce! *-* (LINK)
Infine, per le serate speciali, LUI, il mio rossognotta per eccellenza: il 111 Kiss of Life By Kate Moss for Rimmel.

4) Sezione viso


Ah, il fondotinta minerale, che scoperta!! Finalmente mi sono decisa ad acquistarlo e mi pento di non averlo fatto prima! (Sì, Sophia, Kat e Teresa: potete picchiarmi pure! 😛 ).
Due blush? Ebbene sì. Il primo – Ice Bomb della LE Me and my Ice Cream di Essence – mi sta per far scoppiare la blushite. Ho trovato il blush che fa per me! Non va via dopo poco, è discreto,  e si fonde bene col mio incarnato.
Il secondo è il famoso Benetint di Benefit, trovato nel kit Sugarlicious: viene con me per essere abbinato al rossetto rosso. Tanto, è picinino e sta ovunque.

Infine: parliamo di pennelli!
Misato, nel suo post, parlava dell’importanza di possedere una custodia in cui riporre i propri pennelli, magari lavabile, in modo che non si sciupassero e non macchiassero il resto della valigia.
Ho cercato di mettere in pratica il suo consiglio portando con me questo kit di 9 pennelli di Bobbi Brown – naturalmente fake – trovato a una fiera dell’elettronica che hanno fatto qualche mese fa. E’ un cilindro rigido con chiusura a clip, suddiviso in due scomparti: in quello superiore ci sono 7 pennelli, nel secondo un grande specchio e i rimanenti due pennelli. Di mio, ho aggiunto semplicemente il kabukino di H&M (se lo trovate prendetelo, è carinissimo, foltissimo, morbidissimo: insomma tutto issimo!) da utilizzare per il fondo minerale.

Foto del set poco dopo l’acquisto!

Dettaglio dei pennelli contenuti nel set, più un fake di Mac trovato alla medesima fiera.

 

 

 

Acquisti makeupposi delle vacanze

53 commenti

Ciao ragazzuole!

Vacanze terminate, ahimé. Il tempo del cazzeggio vola sempre troppo in fretta per i miei gusti, e da stamattina sono  in fase studio. Un po’ rincoglionita, a dire il vero: dal moroso ho quasi scambiato il giorno per la notte andando a dormire alle 4 del mattino e alzandoci alle due e mezza del pomeriggio. Stamattina alzarsi alle sette per studiare è stato un trauma, noncelapossoffà. Tanto più che sto preparando uno degli esami più odiosi per uno studente di Lettere, ovvero geografia, e vi assicuro che preferirei mille volte impararmi a memoria le capitali come facevo alle elementari piuttosto che studiare ‘sto schifo.
Ma bando alle ciance: dei miei traumi geografici parlerò a tempo debito.

I protagonisti del post di oggi sono gli acquisti makeupposi fatti durante le vacanze, spesucce di cui sono alquanto soddisfatta perchè acquistati – più o meno tutti – in saldo.

Ho aspettato mesi e mesi prima di acquistare le jar per i sample degli ombretti di Buff’d che mi sono stati spediti perchè nutrivo la segreta speranza di trovarle dai cinesi e non mi andava di spendere 1 euro da Kiko. Sì, lo so, probabilmente è da pezzenti ma solitamente dai cinesi le scatoline te le tirano praticamente dietro. Alla fine ho ripiegato su quelle di Essence per i pigmenti: 1,50 euro per due jar.
Sempre di Essence ho acquistato il top coat ad asciugatura rapida della linea Better Than Gel per un paio di euro, se non vado errata.

Ai lati delle jar potete vedere i burrocacao della Maybelline “Baby Lips” nella profumazione Mint Fresh (verde) e Cherry Me (arancione). Solitamente non amo i burrocacao e non li sopporto sulle labbra perchè sono troppo pastosi e grumosi, con questi è stato amore immediatamente. Cherry Me in particolare è il mio preferito: lascia un leggero velo rossastro sulle labbra che conferisce loro un aspetto sano. Ho le labbra poco pigmentate e questo velo di colore contribuisce tantissimo a farmi sembrare meno smorta. Se ci aggiungete anche che è impossibile sbavare…ho trovato il mio tesorino dell’inverno!
Mint Fresh invece è completamente trasparente ma, come il suo collega, non è pastoso e mi lascia le labbra fresche.  Il prezzo è davvero esiguo, 2, 50 euro, e ci sono tante profumazioni, alcune colorate come il Cherry altre trasparenti. Io un’occhiatina gliela darei!

Io senza trucco (orroreeee) con Cherry Me! =)

Veniamo ora alle 4 chicche. All’Outlet Village di Franciacorta (BS) ci sono due negozi makeupposi che vale seriamente la pensa di visitare: Pupa e L’Oreal, di recente apertura.  Non vado molto spesso all’outlet perchè mi mette i nervi: troppo casino, d’inverno si gela e d’estate si muore, e la nonna che è in me non approva. Quando riesco a metterci piede, tuttavia, son danni.
Al negozio Pupa ho trovato la palettina Mimi di Clio Make Up alla modica cifra di 4 euro:  la bramavo da quando, ormai due anni fa, uscì la collezione, ma era davvero troppo costosa per me. Tra l’altro all’epoca la mia passione per il make up era appena sbocciata e le mie finanze piangevano miseria perchè non davo ancora ripetizioni. In ogni caso, credo proprio che tornerò all’Outlet per acquistare anche l’altra palette, Oscar.
Infine il negozio Oreal..Mamma mia! *-*
Basta dirvi che ho trovato gli smalti Essie a 4 euro e qualche spicciolo? Mi sono autoregalata un bel rossognotta – Jag U Are – un bellissimo  rosso dai riflessi fucsia e oro. Mica potevo lasciarlo lì! C’erano anche colori pastello, ma mi pare di aver letto da qualche parte che la loro resa non è eccellente come i rossi e i rosa.
Infinte, due ombretti Oreal Color Shine: 179 Midnight Stars e 175 Silver Brown, entrambi super super glitterati ma dal colore pieno, anche loro pagati poco più di 4 euro.

Oreal Color Shine

Mimi Palette

Essie Jag-u-are

Infine, ho deciso anche di approfittare dei saldi Essence (ricordo che i prodotti in saldo vengono tutti 1,19 euro) per provare qualche prodotto che vedo sempre nei blog ma che non mi ero mai del tutto convinta ad acquistare.

2in1 Make up & Power: da quando seguo Drametta lo vedo costantemente presente nei suoi post, e finalmente la curiosità mi ha vinta. Finalmente ma pure purtroppo: in quasi una settimana di utilizzo come cipria, ho capito perchè lei lo ama così tanto.  Ovviamente io scopro prodotti super interessanti quando sono in fase di prepensionamento, ma scommetto che se l’avessi comprato a prezzo pieno non mi sarebbe piaciuto. E’ il karma, me lo sento.

All Over Shimmer, versione per pelli chiare: avevo letto una review della mia amica Selene e ne ero rimasta colpita. Questo prodotto non verrà del tutto eliminato dalla collezione permanente, ma verrà riproposto con un altro packaging.
E’ una palettina molto versatile, in quanto può essere utilizzata sia per il viso che per gli occhi: i colori sono molto scriventi!
Ho voluto provare ad usarla come blush e, nonostante la perplessità iniziale dovuta al colore inusuale, devo dire che mi stava parecchio bene: ho semplicemente fatto un mix di tutti i colori creando un colore ambrato che, a mio parere, mi assottigliava un po’ anche le guanciotte. Dubito si possa parlare di conturing, poichè i colori sono totalmente shimmer..

Get Big Lashes mascara effetto volume: ok, lo ammetto. Non mi serviva un mascara. Ma parlate tutte bene dei mascara Essence e mi sono lasciata vincere dall’espositore!
Il pennello è cicciottissimo, per fortuna ho le ciglia lunghe e per me non è un problema usarlo..

Infine, per gentile concessione del moroso, uno dei nuovi ombretti Catrice: la linea di prodotti è la Liquid Metal – similissima in tutto e per tutto ai Water Eyeshadow di Kiko ma alla metà del prezzo. Inoltre, per quel che ho potuto provare, pare pure migliore.  La tonalità è 070 Gold Leaf Me, un bellissimo verde marcio dai riflessi dorati. Un colore che sta benissimo sui miei occhi perchè richiama la sfumatura di verde dell’iride. Tra l’altro, è quasi un dupe di Bad Girl della palette ShowStopper di Sleek.

Bad Girl VS Gold Leaf Me

Bad Girl VS Gold Leaf Me

Infine – poi non vi ammorbo più – dopo quasi tre settimane di attesa vissute nel timore che mi avessero perso il pacchetto – è arrivato fra le mie mani il fondotinta minerale di Jade Minerals, nella tonalità Fair, primo fondotinta in assoluto a corrispondere perfettamente al mio incarnato.  Jade Minerals è stata super gentile perchè mi sono ritrovata anche, come omaggio, una full size di un ombretto marrone, da me assolutamente non richiesto.

E voi? Avete fatto shopping?

Haul: acquisti aprile/maggio

48 commenti

Post veloce veloce per mostrarvi cosa ho acquistato in questo periodo: so che non ve ne può importare di meno, ma oggi sono in vena di modifiche fotografiche quindi vi beccate un haul.
Dunque dunque: inizio annunciando che non farò più fioretti makeupposi,  tanto poi non li mantengo. Posso solo sperare di ridurre la quantità di prodotti acquistati, di più non posso fare, mi conosco! C’è da dire che a giugno terminerà il periodo delle ripetizioni e non vedrò più spicci fino ad agosto quando mi arriverà la borsa di studio, ergo sicuramente in quel periodo mi darò al risparmio selvaggio o tenterò di impietosire il moroso in casi di estremo bisogno (vedi limited edition particolarmente succulente).
E poi a giugno-luglio chi avrà una vita? Certamente non noi studenti universitari. Quanti esami avete in programma, ragazzuole? Io sono andata a far stampare la Secchia Rapita di Tassoni, che dovrò sapere a menadito entro il 20 di giugno, e m’è venuto un colpo. Mi sono ripromessa di pensare al periodo in cui ho dovuto studiare dettagliatamente la Divina Commedia: un poema eroicomico è sicuramente più leggero dell’opera dantesca!

Bon, lasciamo da parte le tragedie e veniamo alle fotografie. Curiose, eh? Seeeeeeeeeeeee. Come no!


Ora. Loggiuro: quando sono andata da Acqua e Sapone quel giorno NON volevo acquistare nessuno smalto. Se non vado errata, ero entrata per uno shampoo. Logiurologiurologiuro. Non è colpa mia se poi mettono i cestoni con le super offerte e mi buttano lì uno smalto rossognotta gravido di brillantini ad 1,50 euro!
Questo, tanto per essere precisi, fa parte di una linea (presumo limitata, grazie a dio non ne conoscevo l’esistenza altrimenti avrei saccheggiato lo stand) che si chiama Precious Stones ed è nella tonalità 002 Ruby Crush.

Non sapevo affatto che fossero uscite ben tre nuove colorazioni di Apocalips, prodotto al quale avevo stoicamente resistito per mesi.  Non mi ricordo chi, di voi, ha pubblicato lo swatch dei 3 (per inciso: Luna, Stellar, Nova). In ogni caso, grazie a questa “colpevole” il moroso si è ritrovato magicamente con 8,90 euro in meno nel portafoglio. Magicamente, ovvio! Ah, dimenticavo: io ho scelto il 501 Stellar che è un rosasuperfluocoralloso belliffimo.
Lo Stay Glossy è stato invece l’acquisto mirato per il matrimonio: alla fine mi sono decisa ad utilizzare un colore che su di me si vedesse appena, ma che mi rendesse le labbra lucide il giusto, senza pacchianeria. Avevo già avuto modo di provare un lucidalabbra di questa linea durante l’inverno (ahahaha “durante l’inverno”, perchè, la primavera è arrivata???!!), scroccandolo allegramente a mia suocera, e mi ero trovata da dio: finalmente ho capito cosa significa la dicitura “Un lucidalabbra che non appiccica“. Io ho optato per il 640 All Day Seduction, scontato al 50%: prezzo di cartellino 11,90, io l’ho pagato 5,90.

Sapete qual è la tragedia del periodo? Alla mia Gardenia hanno messo Essence. Poco male, direte voi, ci saranno altri ventordici punti vendita Essence nei dintorni. Giusto, giustissimo. Il probelma è che Gardenia vende determinate collezioni che negli altri negozi non arrivano e, soprattutto, i suoi stand sono veri stand. Anzitutto, le commesse tengono sotto controllo tutto e sistemano più volte al giorno lo stand, evitando che le polipone puccino le loro manacce zozze ovunque. E poi riforniscono almeno una volta a settimana! Altro che i vari Coin e Ovs che devi aspettare due mesi prima di beccare qualcosa di nuovo. Non c’è paragone, ragazze mie!
Io ho finalmente beccato la collezione Miami Roller GirlManu, ma tu non avevi comprato qualcosa mesi fa, ormai? O.o – e sì, non ho resistito. Mi sono autoregalata uno smalto giallo canarino: non è un amore? La tonalità è 01 Bienvenido A Miami  e costa 2,29 euro.

Oggi ho sostenuto il mio primo esame della sessione estiva – un preappello di bibliologia concessomi gentilmente dal prof – e ho dovuto premiare il mio 28. In realtà avrei voluto acquistare l’ombretto per capelli di Essence della Limited Edition Floral Grunge ( qui una review di Elly, che in questo momento sto invidiando tantissimissimo), ma la collezione non è ancora approdata in terra bresciana, così ho “dovuto” ripiegare.
Sempre da Gardenia (santa, santissima Gardenia!) ho beccato lo stand fresco fresco di esposizione della Guerilla Gardening, che attendevo da mesi solo per poter acquistare i barattolini per far le unghie pelose: potere del trash, vieni a me!
NB: In questi giorni, nelle profumerie Gardenie, c’è un’offerta interessante: c’è il 40% sul secondo prodotto acquistato! Io ne ho approfittatto oggi con questi acquisti:

– Nail Effect Powder Verde in 01 I’m The Moss, 2,49 euro
– Nail Effect Powder Rosa in 02 Mission Flower, 2,49 euro
– Smalto Rosa in 02 Mission Flower (sì, Essence ha moltissima fantasia) 2,29 euro
– Smalto Rosso Fluo in 03 Floral Glam, 2,29 euro
– Lucidalabbra effetto matt in (indovinate un po’?) 01 Mission Flower, 2,49 euro
– Pennellino a ventaglio per Nail Art 2,49 euro

Io mi domando: questa scatolina non si poteva fare pure per i pigmenti? No, eh?

Da oggi riprendo il giro dei vostri blog, nonché risponderò finalmente ai commenti!
Chiedo venia per l’assenza!

Haul Acquisti Essence: New in Town & Various

69 commenti

Qui qualcuno deve smetterla di promettere di non comprare e poi fare tutto il contrario. Di questo passo andrò in rovina, me lo sento. Ammetto, sono colpevole. E sì, lo ammetto: 'sti prodotti non è che mi servissero, avrei potuto benissimo sopravvivere senza. E avrei anche risparmiato venti euro di spese. Consolatemi, ve ne prego: anche voi giurate e spergiurate e poi non mantenete mai?In ogni caso, posso dire in mia discolpa che non ho comprato solo cose inutili: ho fatto un bell'acquisto di libri. Mi sono regalata l'edizione Mammut della Newton Compton contenente tutti i romanzi di Joseph Roth (se vi può interessare, sono scontati tutti al 25% fino a fine settembre), un libro sulle mummie, e il libro per il gruppo di lettura di Fragola. Visto tesoro? Ce l'ho fatta! *–*

Ieri pomeriggio uno dei miei migliori amici mi chiama: vuole una consulenza converse da comprare per la sua bella. Perchè no – gli rispondo – dopotutto non si dice mai di no ad un giro di negozi! Dopo essere usciti sani e salvi da Foot Locker – e non è un'impresa da poco, vista l'invadenza di quei commessi – ci concediamo il nostro consueto giro in libreria. Lui è la mia anima gemella letteraria, lo dico sempre: abbiamo gli stessi identici gusti in fatto di libri, e capita davvero molto spesso di andare a fare shopping librario insieme. Abbiamo anche un'abitudine carina, che ultimamente abbiamo un po' accantonato: quando ci prestiamo i libri, lasciamo una piccola dedica l'uno sui libri dell'altra contenente pensieri ed opinioni riguardanti il volume letto. So che molti lettori storcono un po' il naso, ma a me piace ritrovare sui miei libri tracce di altri lettori. Sempre, beninteso, che si tratti di appunti o scritte attinenti, e non macchie di cibo e compagnia bella.

Comunque. Passeggiando per il centro commerciale mi sono ritrovata davanti OVS. Potevo io non entrare? SÌ, effettivamente sì. Ho dato retta alla mia vocina della mia coscienza? Ovviamente no. Il grillo parlante che alberga nel mio cervello deve sentirsi molto solo, secondo me.

Stranamente, in quell OVS che non è mai molto fornito, sono riuscita a trovare la collezione New in Town, preview dei prodotti che compariranno negli stand Essence a breve. Ho letto che da qualche parte è già comparsa la Blooming Origami, quindi presumo di essere indietro io. In ogni caso, ecco cosa ho comprato:

Da sinistra:

Nail polish: 133 Oh My Glitter, 1,99 euro

Ombretto Stay All Day: 08 The magic must go on 3,49 euro

Nail polish: 142 Grey to be nere 1,99 euro

Eye-liner pen: 2,99 euro.

Perdonate le foto un po' schifose, purtroppo la luce era quella che era. L'ombretto in crema, nuova colorazione degli Stay All day, è un bellissimo lilla, molto pigmentato e direi anche un po' shimmer, facilmente sfumabile almeno da quello che ho potuto sperimentare sulla mia mano.

Adoro il nuovo packing: 8 ml e mezzo contro i 5 del vecchio, con un pennellino estremamente funzionale, che non gocciola. Il 133 è un violetto con mini glitter lilla, mentre il 142 è un grigio anch'esso dai riflessi argentati.

Siccome non sono riuscita a fermarmi lì, perchè quando mi ritrovo davanti lo stand di Essence divento praticamente una maniaca -presente quella puntata de La Tata dove Francesca diventava una shoppingomane? Ecco. Uguale. – non ho saputo resistere e ho acquistato questi altri prodotti.

Roll-on rinfrescante per il contorno occhi: 2,99 euro

Rossetto 42 Fairytale: 1,19 euro

Matita kayal duo Black&white: 1,99 euro

Si ringraziano Jess e Fidya per avermi invogliato a comprare, rispettivamente, la matita duo e il roll-on!

Gli smalti verranno presentati più dettagliatamente in futuro: sono in pieno progetto “Rosso Mignotta“. Drama, Swlabr e Hermosa ne sanno qualcosa di questo progetto, nato durante una delle folli conversazioni su Twitter. Insomma, Stay Tuned.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: