La mia amica Drama ha lanciato una serie sfiziosissima di tag Dramatici, dove illustrerà, volta per volta, i suoi cinque prodotti preferiti in diverse categorie. Il primo di quella che sarà – spero – una lunga serie è relativo ai 5 prodotti makeup che preferiamo utilizzare quando siamo in ritardo, i più pratici e quelli che non mancano mai in qualsiasi nostro trucco.

Adoro i tag perchè mi permettono, oltre che di farmi gli affaracci vostri e di scoprire nuovi prodotti, di parlarvi brevemente dei miei,  dal momento che, sul fronte review, sono lenta come una lumaca.  Ecco quindi i miei top five per quando sono in ritardo, cosa che capita almeno il 70% delle volte.

Step 1: BB Cream. Quando sono di fretta, ma devo andare in qualche posto importante (tipo l’università) voglio comunque avere il viso uniforme, seppur anche solo un minimo. In questo caso, quando non ho il tempo materiale per stendermi accuratamente un fondotinta e prima ancora aspettare che si asciughi la crema idratante, opto per una BB Cream. Da circa due mesi sto utilizzando la versione per pelli grasse di Maybelline: mi piace da impazzire perchè, sebbene sia soltanto una bb cream e quindi non coprente come un fondotinta, ha una coprenza media. Certo, i bubboni non li cancella, ma i mini brufoletti sparsi qua e là per il viso diventano invisibili. Ho notato pure che tende a seccarmi le schifezze e a non lucidarmi per nulla la pelle, ed è per questo che nei top five non ho avuto bisogno di inserire una cipria. Tra l’altro, utilizzo quella in polvere libera di Essence: molte volte, quando sono di fretta, mi capita di seminare polvere ovunque nel bagno. Quindi no, sicuramente non entrerà mai qui!

Step 2: Ombretto.  Sarà una fisima mia, ma mi pare che gli occhi, dietro alle lenti degli occhiali e al frangione, si vedano poco. Ecco perchè ho scelto di inserire un ombretto molto luminoso in questa classifica: si tratta del Soul Color Astra numero 24, anche se dalle immagini promozionali sembra più il 13. Amo alla follia questi ombretti, sia nelle vecchie collezioni che nella nuova.  Anzitutto, non necessitano di primer: si fissano sulla palpebra che è un piacere e, anche se li userete come primer, faranno in modo che gli ombretti soprastanti non si danneggino in alcun modo. Un esempio? Durante il giorno mi capita spesso di sciacquarmi il viso a causa della calura: ebbene, non ci crederete ma loro rimangono lì pure con l’acqua, tant’è che necessitano di un buon bifasico per essere rimossi.
Il numero 24, tra quelli in mio possesso, è in assoluto il mio preferito: è una specie di tortora dai riflessi ambrati e grigiastri e, sfumato per bene, conferisce parecchia luminosità allo sguardo senza risultare eccessivo. E’ un colore che vi consiglio, perchè è super versatile!

Step 3: Matita occhi. La matita nera non mancherà MAI in nessuno dei miei trucchi: non mi vedo con nessun altro colore nella rima interna e persino quando utilizzo le matite colorate le abbino sempre alla nera. Sempre per il motivo di cui sopra, trovo mi aiuti a esaltare lo sguardo. Nella foto ho inserito una matita di Madina, non perchè sia la mia preferita ma perchè sto cercando a tutti i costi di finirla. E’ un bel nero, ma cola da tutte le parti: è stato il mio primo acquisto Madina ed è stato una delusione.

Step 4: Mascara. Ormai l’avete capito: la mia priorità, che sia in ritardo o meno, è mettere in risalto gli occhi. Quindi ecco qui il terzo elemento basilare: il mascara, in questo caso lo Scandaleyes Show Off di Rimmel. Credo di aver scoperto il mascara immortale: avrà un anno e mezzo, lo uso quasi tutti i giorni e non accenna a finire. Mi piace parecchio perchè mi allunga le ciglia, mi fa degli occhioni da bambola e soprattutto è waterproof. Manna dal cielo!

Step 5: Rossetto. Lo riconoscete? E’ un rossetto della linea Rouge Caresse di Oréal nella tonalità Dating Coral, ed è un contagio Dramatico. E’ uno dei pochi rossetti che ho usato praticamente tutti  i giorni in mille occasioni diverse: è quasi un MLBB e trovo che mi stia benissimo e mi conferisca un’aria elegante. Che poi lo metta con la tuta è un altro discorso.  E’ uno di quei rossetti che puoi metterti in due secondi al mattino, con l’altra mano occupata a spazzolare i capelli, senza paura di sbavare.


E voi? Quali sono i vostri top five quando siete in ritardo?