Oggi piccola review sulle matite occhi a lunga durata di Essence in mio possesso: 11 Go Wild, 01 Black Fever, 09 Cool Down e 05 C'est la vie!.
Ho un piccolo feticcio per le matite occhi, lo ammetto. É un cosmetico al quale sono particolarmente affezionata, perché é l'unico che usa la mia mamma e l'unico che abbia potuto insegnarmi ad usare. Mi vedo ancora oggi appollaiata sulla lavatrice, ad osservarla mentre si tracciava la riga nera con il naso a pochi centimetri dallo specchio perché senza occhiali non vedeva nulla, mentre mi domandavo quando finalmente avrei potuto truccarmi anch'io. Ricordo ancora il giorno in cui mi diede il permesso di utilizzarla, la gioia che provai e come mi sentii grande e in un certo senso carina. Era il primo giorno di scuola del liceo, il mio primo assaggio nel mondo dei grandi. Paradossalmente, avevo osservato i gesti di mia madre talmente tante volte che non ci furono grandi errori: niente sbavature, niente matite infilate in un occhio. Con orgoglio, posso dire che so usare la matita occhi alla perfezione, ormai me la metto in qualsiasi situazione. Riesco persino a farmi una riga perfetta quando, con il mio moroso, percorriamo in auto la strada tortuosa e sconnessa che porta alla mia casina in montagna. A lui dà un fastidio tremendo vedermi mettere la matita nella rima interna nell'occhio persino quando sono a casa, bella paciosa davanti allo specchio- per la cronaca, la sottoscritta una volta é riuscita a vomitare dopo aver visto la cugina mettersi le lenti a contatto, quindi diciamocelo: gli psicotici vanno sempre in coppia – quindi in auto raggiunge livelli d'isteria ragguardevoli, figurandosi la sottoscritta con il bulbo oculare infilzato sulla matita occhi a mo' di mela caramellata.
Tornando al discorso principale, mamma é stata la responsabile – nient'affatto inconsapevole – della mia ricerca compulsiva alla matita perfetta, che ha da essere: nera nera nera nera che più nera non si può, morbida e resistente. E che, magari, non costi pure un fottìo.
La mia nostra matita del cuore, al momento (un momento piuttosto lungo, visto che é un amore che dura da una decina d'anni) é la vibrant di Kiko nº 600. E, a rigor di logica, doveva esser lei la protagonista di questo post, ma non ho foto né swatch della mia bimba pronti: attendo di terminare il mio mozzicone e di acquistarne una nuova per fare una foto decente alla matita vergine ed intonsa, e attendo anche che sbuchi uno stitico raggio di sole per far delle foto decenti.
Quindi, bando alle ciance e passiamo alle automatiche di Essence!
Premessa: io ho un pessimo rapporto con le automatiche, perché non capisco mai come far uscire la mina al primo colpo. Sono un po' tarda? Si. Queste comunque sono a prova di idiota (leggi tizy).
Premessa 2: tutte queste matite hanno un costo irrisorio di 1,99 euro.
Premessa 3: hanno tutte il pao di 36 mesi.

1) 01 Black Fever

Sono una matitofila fedifraga: cara vibrant, se t'amo da 10 anni non significa che non sia alla ricerca di qualcuna ancor migliore di te. With love, Tizy.
Questa é stata la prima matita Essence da me acquistata, dietro suggerimento di un'amica. É un nero matt, non il nero intensissimo che piace a me ma può andare. Morbida? Nella media. Ha un'ottima durata nella riga interna, non é waterproof quindi a piagnistei e a intemperie meteorologiche varie non resiste granché. Non cola, grazie a dio, semplicemente si limita a svanire pian piano e questa é una gran cosa. Noi donne odiamo sembrare dei panda!


2) 05 C'est la vie!

Argento molto, ma molto luminoso. Indubbiamente delle quattro che possiedo é la mia matita preferita. La uso per dare un po' di luce nell'angolo interno dell'occhio. Non l'ho mai provata nella rima interna, perché preferisco di gran lunga utilizzare la matita nera o al limite dei colori molto scuri, per definire meglio l'occhio e fare in modo che risalti da sotto le lenti spesse degli occhiali.
Ha una buona durata, comunque, sia utilizzata come punto luce che come eyeliner.

3) 11 Go Wild

Rosa antico shimmer. Ho acquistato questa matita dopo aver visto un video di Clio Make Up riguardante un trucco con rosa antico e rosa cipria, tonalità che é andata parecchio di moda un paio d'anni fa.
Io la utilizzo soprattutto come base per ombretto e, devo dire, così facendo il trucco mi dura tranquillamente tutto il giorno, ben ancorato alle mie palpebre. In casi estremi, se sfumata, funge anche da ombretto per trucchi veloci.

4) 09 Cool Down

Blu né matt né shimmer, sembra quasi perlato, ma lascio a voi l'ardua sentenza. É l'ultima matita arrivata in casa Tizy, ed é quella che mi entusiasma meno. L'ho comprata circa un paio di mesi fa, per abbinarla alla mini trousse da 4 ombretti sui toni del blu ( denim 4.0), ma mi sta deludendo per un semplice ed odioso motivo: cola. Cola come una disperata, la stronza. Mentre le sue sorelle rimangono lì dove le metto, questa se ne va per i cazzacci suoi. É la classica pecora nera della famiglia. Cercherò di riutilizzarla come base ombretto, magari risolvo qualcosa.