Grande novità per i lettori accaniti come me!
Come ben saprete, se da una parte è vero che la cultura non ha prezzo, purtroppo il prezzo dei libri è lievitato in questi anni, e pure parecchio. Se già quando andavo alle superiori 15-16 euro per un libro appena uscito mi sembrava un prezzo un po’ troppo esagerato, adesso che le novità editoriali toccano anche i 22 euro mi sembra pura follia.
Non che mi penta di aver acquistato libri a quella cifra – anzi, ho qualche manuale di storia dell’università che mi è costato pure attorno ai 40 euro – perchè per me i soldi per un libro non sono mai “sprecati”, come crede qualcuno. C’è da dire che, purtroppo, a causa delle scarse finanze ho ridotto notevolmente l’acquisto di libri d’ultima uscita, limitandomi a quelli dei miei autori preferiti o alle biografie e monografie inerenti la mia passione di sempre, Elisabetta d’Austria. Giusto settimana scorsa ho ordinato dal sito della casa editrice triestina MGS Press l’autobiografia di Stefania del Belgio, moglie del principe ereditario Rodolfo morto suicida nel 1889. Arrivata mercoledì, fra l’altro, e già divorata. Sono una lettrice piuttosto vorace.
Recentemente ho scoperto il fascino delle librerie dell’usato, un mondo che mi ha aperto la mia amica Francesca. A Brescia ce ne sono tre, una più pittoresca dell’altra, ed è assolutamente fantastico trascorrere i pomeriggi tra i libri ingialliti ed un po’ impolverati. Si possono trovare dei piccoli tesori per pochissimi spicci: la maggior parte dei volumi è venduta al prezzo irrisorio di 1 euro, mentre le celebri collane dei Meridiani della Mondadori dai 20 euro in giù.  Quasi superfluo raccontarvi la soddisfazione che si prova quando, con quelle due lire che ci si ritrova nel portafogli, si riescono a comprare 5-6 libri. Anche un piccolo libriccino può illuminare la giornata! Io, poi, subisco particolarmente il fascino dei vecchi volumi, e gioisco quando trovo tracce dei lettori che mi hanno preceduta, siano cartoline o annotazioni. Nel “Ritratto di Dorian Gray” che ho acquistato qualche mese fa, ho trovato persino una cartolina che recava la data di nascita di mia madre, e destinataria era una famiglia che viveva nel suo paesino natio.

Una casa editrice che ho scoperto solamente negli anni dell’università – e mi rammarico per il ritardo – è la Newton Compton che, a differenza di molte sue compari, è attenta ai bisogni del lettore badando però al suo portafoglio, proponendo ottimi titoli – i classici sono supportati da dei buoni commenti – a prezzi concorrenziali. 
Tra le mie collane preferite v’è, senza dubbio alcuno, la Mammut: per chi fosse poco pratico, appartengono a quella collana quei grossi libroni colorati con le caricature degli autori sulla copertina. Libri assolutamente non tascabili, nel vero senso della parola: per alcuni, ci vuol la forza di Braccio di Ferro per portarseli in giro. Il vantaggio è sostanzialmente quello di poter raccogliere più opere di un medesimo autore ad un prezzo molto basso. A Natale, ad esempio, mi sono fatta regalare dalla mamma il volume sugli storici greci – Erodoto, Tucidide e Senofonte – per la modica cifra di 19, 90 euro. Se si considera che, molto spesso, i tre autori si trovano in volumi separati allo stesso prezzo direi che è un buon affare. Domani prenderò finalmente in mano questo volume: sto in un periodo di stallo in cui non devo studiare e spesso, allo stage, ho del tempo libero da dedicare alla lettura. Fin da bambina sogno di leggere Erodoto, fin da quando, leggendo libri sull’antico Egitto, trovavo spessissimo citato questo fantomatico Erodoto. Una figura che mi accompagna fin da bambina, che finalmente ho l’occasione di conoscere.

La serie completa dei Mammut nella libreria Mondadori di Brescia

La serie completa dei Mammut nella libreria Mondadori di Brescia

E quindi, cosa ha pensato la nostra Newton Compton – e qui giungo dopo un mucchio di bla bla bla all’obiettivo del post?
Ha ben pensato di lanciare una collana assolutamente low cost: Live, i cui 12 (per ora) libri saranno venduti al prezzo concorrenziale di 0,99 cent.

“Con una tiratura di 1 milione e mezzo di copie, i libri Live invaderanno le librerie italiane, in un momento decisamente difficile per il mercato editoriale, per contribuire a riportare i lettori in libreria.”

Chi è un pochino più stagionato o ha ravanato nelle librerie di qualche parente (come faccio periodicamente io dalla mia zia paterna) ricorderà che, qualche anno fa, esisteva la linea “centopaginemillelire”: libri di piccolo formato, 100 pagine appunto, venduti per la modica cifra di 1000 lire. 

Il mio primo 100 pagine 1000 lire!

Il mio primo 100 pagine 1000 lire!

Live intende quindi richiamarsi a questa celebre collana, pubblicando per ora 12 libri in vendita dal 7 marzo in ogni libreria.

Nove Classici

  1. Seneca, L’arte di essere felici
  2. Sigmund Freud, Il sogno e la sua interpretazione
  3. F. Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby
  4. Fëdor Dostoevskij, Le notti bianche
  5. Jane Austen, Lady Susan
  6. William Shakespeare, Amleto
  7. E. A. Poe, Racconti del terrore
  8. Irène Némirovsky, Il ballo 
  9. Sun Tzu, L’arte della guerra 

Un romanzo contemporaneo di grande successo..

L. J. Smith, Il diario del vampiro – Il risveglio

e infine romanzi inediti di autori bestseller italiani:

  1. Marcello Simoni, I sotterranei della cattedrale
  2. Andrea Frediani, Il tiranno di Roma 

Appuntamento in libreria, ragazzuoli!

 

Annunci