Qualche settimana fa  stavo pescando ad cazzum nella mia scatola degli smalti Essence (giurin giurello, prima o poi ci faccio un post foto-curioso) alla ricerca di uno smalto con cui dipingermi le unghie.  Non è detto che avere un sacco di colori faciliti la scelta, au contraire.  A volte rimango a fissare la scatola per una decina di minuti buoni prima di decidermi, e spesso tolgo lo smalto subito dopo averlo steso per sostituirlo con un altro. Dannata indecisione.

Comunque il caso volle che, nei miei rimestolamenti, questi due colori finissero accoppiati, e mi sono detta: ci sta un’accent nail! Ultimamente – lo confesso – ho una leggera fissa per questo tipo di manicure: facile, veloce ma caruccia.

Non li trovate perfettamente intonati? Gli sbrillocchi del primo hanno la stessa identica tonalità del secondo. La perfezione, insomma. Sì, lo ammetto: mi basta poco per entusiasmarmi. Soprattutto se quel poco mi distrae dallo studio.
Bando alle ciance. Gli smalti presi in causa sono ambedue di Essence (mavvà!): il primo appartiene alla Limited edition Snow White uscita ormai mesi fa e si chiama 01 Evil Queen; il suo compare invece è il 133 Oh my Glitter, comprato in anteprima con la collezione preview New in Town.

L’accent nail è una di quelle manicure perfette per le cazzare come me che non sanno fare un tubo a livello di nail art, poichè non ci vedo, ho la tremarella alle mani e ho la leggiadria di un bufalo. Capite anche voi che è già un grosso risultato che io riesca a stendermi lo smalto senza sbavare troppo…
In che consiste questa accent nail? Lo dico per chi – come me – casca dal pero mesi e mesi dopo che è scoppiata una moda: in sostanza, consiste nel dipingersi le unghie degli anulari di un colore diverso rispetto alle altre.

Io ho utilizzato come base la mia adorata Nail Art Protecting Base Coat di Essence. Ho letto che è andata in saldo e che verrà riproposta con un’altra confezione nella nuova linea base e che, in teoria, dovrebbe essere uguale come composizione alla precedente. Per precauzione, mi sono comprata 4 barattolini perchè non mi fido molto di Essence: è rinomata per far sparire prodotti di qualità.
Poi, ho steso le mie consuete tre passate del 133 Oh My Glitter. Si tratta di un violetto lilla con glitter argento e viola. Non è molto coprente, con la prima mano non si riesce a dare uniformità e a coprire la lunetta bianca (cosa che odio). La stesura è resa agevole dal nuovo pennello, più cicciotto dei precedenti, che preleva la giusta quantità di colore senza sgocciolare. Ok, sembra che stia parlando di uno scola piatti…

Infine, sugli anulari, ho steso il topper 01 Evil Queen, formato da glitterozzi viola. “Steso” si fa per dire, visto che non so mai come stendere un top coat glitteroso in modo uniforme: visto che sono una rozza, mi limito ad inzuppare il pennellino nello smalto, a raccattare la maggior parte di glitter possibile e a sbattere il pennellino sull’unghia finchè non sono soddisfatta della quantità di glitter depositata. Se avete un metodo migliore please ditemelo..

Infine, ho fissato il tutto con il top coat di Rimmel, che mi ha fatto durare la nail art per circa una settimana. Poi, naturalmente, ho pianto in cinese per levare i glitter.

Riepilogo degli smalti utilizzati…

…e swatch della nail art!