Sì, lo so. Probabilmente vi aspettavate un post foto-curioso sui miei regali makeupposi di compleanno, ma non posso ancora farlo: in questi due giorni c’è una luce di cacca. Bella la neve, sì, ma c’è un grigio che sembra di stare in Transilvania: ergo, rimandiamo il tutto a data da destinarsi ma soprattutto ad un giorno di sole.

Oggi vorrei farvi una piccola review su delle salviettine levasmalto che mi ha spedito Fidya (click qui).  Si tratta delle Soy Nail Polish Remover di Priti NYC, una marca statunitense che ha lo scopo di creare prodotti che non contengano robaccia cancerogena,  che siano di derivazione naturale e che siano contenuti in confezioni riciclabili. (link del sito)
La dolce Fidya mi ha spedito due bustine dicendomi, nel bigliettino di accompagnamento, di provarle perchè mi sarebbero piaciute da morire. E così è stato, ve lo anticipo già!


Ho utilizzato la prima confezione il sei gennaio (visto come sono precisa? Grazie facebook!😉 ), a tarda sera. Ho colto l’occasione perchè mio padre rompe tantissimo quando uso l’acetone, ergo mi serviva qualcosa che non puzzasse. Il giorno successivo avrei avuto un esame e logicamente non volevo andare assolutamente a sostenerlo con lo smalto sminchiato. Indossavo uno smalto Sinfulcolors comprato poco prima di Capodanno: un bellissimo blu elettrico dai riflessi verdi, ricco di micro glitter. Indi per cui, ho deciso di mettere alla prova queste salviettine testando la loro potenza su uno smalto non dico pienissimo di glitter come i miei adorati Shaka, ma mediamente glitterato.
All’apertura della confezione sono stata investita da un buon profumo di limone, e ciò mi ha lasciata sorpresa: nella mia sterminata ignoranza pensavo che la soya puzzasse, e tra l’altro non avevo letto che tra gli ingredienti fosse presente il limone.
Le salviettine sono bianche grandi, una volta aperte, quando un fazzoletto di carta, mentre al tatto sembrano un po’ le salviettine rinfrescanti della Fresh&Clean: ricordo che, da piccola, sull’auto di mio papà, c’era sempre ed immancabilmente una confezione blu di quelle salviettine quando viaggiavamo. Solo io collego le Fresh&Clean ai viaggi?
Bando alle ciancie: la rimozione dello smalto è stata pressoché semplicissima! Ho dovuto giusto insistere un po’ ai lati delle unghie, dove se ne era accumulata una maggiore quantità (sono una pasticciona, delle volte).
L’efficacia di queste salviettine è stata ulteriormente confermata questa mattina con uno smalto normale: in due minuti avevo le unghie perfettamente pulite.
La cosa che più mi piace di queste salviettine è la sensazione di pulizia che mi lascia sulle unghie: non so come spiegarmi, ma è come se avessi lavato le unghie accuratamente una ad una con un sapone disinfettante. Trovo anche che risultino pure un pochino più forti del solito. Infine, rimane sulle mani una piacevole profumazione di limone, che non è minimamente scalfita nemmeno dalla stesura dello smalto.
Ecco l’inci:


L’unica pecca? Il prezzo: 11,70 euro per una confezione da dieci bustine, reperibili sul sito di Sikerbe. Comode sono comode, buone sono buone, ma non credo spenderei mai quasi 12 euro per dieci salviettine: vista la frequenza con cui mi cambio lo smalto, mi finirebbero nel giro di due settimane.

Le consiglierei? Sì. Le regalerei? Sì. Le comprerei? Ecco, se non costassero così tanto sì.

PS:
Ho aggiornato la sezione contatti, da oggi potete trovarmi anche su Flickr. Sto per esaurire lo spazio disponibile per caricare i file su wordpress, quindi caricherò le foto in alta qualità su Flickr e poi le linkerò qui. Per evitare scopiazzature varie, ho deciso di apporre un logo, per ora molto minimal.