Chi mi legge da tempo ormai avrà le palle di Natale piene delle mie battaglie contro i brufoli. Ciò che mi trattiene, di questi tempi, dal strapparmi via la faccia è 1) avere un moroso che mente spudoratamente dicendo che sono bellissima 2) essere troppo pigra per fare qualsiasi cosa tranne  mangiare e dormire.  A proposito di cibo. Sì. Dovrei evitare di mangiare porcherie. Sì. Dovrei evitare cinese, cibo greco e Mec. Sì. Dovrei evitare salumi e formaggi. Lo faccio? Naturalmente no. La vita è breve e va vissuta, e francamente sono fin troppo stressata per università e pensione di papà per evitare qualcosa che adoro ma che mi fa – a volte – uscire una valanga di brufoli. E poi, non so voi, ma io se non mangio divento cattiva. Se dovessi ficcarmi a dieta, ammazzerei qualcuno nel giro di due giorni.
Comunque, ad essere sincera, solo i salumi mi fanno un bruttissimo effetto, ed è un’intolleranza che risale all’infanzia. Mi basta mangiare anche due fette di prosciutto per sentire immediatamente la pelle tirare e bruciacchiare, con conseguente eruzione di bozzi schifosi. Indi per cui cerco di limitarmi nell’assunzione di affettati, ma capirete pure voi che se apro il frigo e mi ritrovo sotto al naso il salame nostrano col suo profumo di montagna è difficile resisterci. E poi, da formaggiaia quale sono, volete non accompagnare ad una bella fettona di formaggella un paio di fette di salame grosse come ruote da carro?
Ora qualcuno potrebbe giustamente obiettare: “Visto che te le vai a cercare, che ti lamenti a fare?”. Giusto. Giustissimo. Ma io invece rispondo: lamentarsi è il sacrosanto diritto di ogni donna. Anzi, dirò di più: io ho la brontolosità nel sangue. Per dirvi i livelli: sabato notte ho fatto la sonnambula. Mi sono messa a sedere nel letto ed ho iniziato a sbuffare e a lamentarmi. Nel sonno! C’è qualche possibilità che io non mi lamenti da sveglia? Dubito.

Ordunque. Appurata la mia sconfinata pigrizia, vi dico cosa vado cercando ormai da quasi un anno: un prodotto che mi ripulisca la faccia senza che io debba rinunciare a qualcosa. E, devo dire, che questo risultato l’ho ottenuto (o meglio, avevo ottenuto) con il detergente all’argilla di Lovea. Facciamo un passo indietro. Un paio di mesi fa è avvenuta la famigerata Bloggers Reunion della quale, essendo io una stronza smemorata, non ho più ringraziato (Denkiu Jess, Drama, Manu & Violet!). Durante il nostro girovagare per negozi, con il moroso alle calcagna che stava per morire di noia e secondo me meditava pure di fucilarmi, siamo capitate in un gigantesco OVS, che aveva un altrettanto gigantesco reparto di prodotti per l’igiene personale.
A dire il vero, non avrei dovuto acquistare alcun detergente/crema/maschera, perchè stavo utilizzando i prodotti Avene, ma si sa che sono una donnina che non presta poi troppo fede ai buoni propositi.
C’è stato un immediato feeling con questi prodotti. Probabilmente passerò per matta, ma solo osservando il packing ho provato un moto di fiducia. Vuoi per la confezione verde che ispira naturalezza, vuoi per la presenza di argilla, vuoi per la confezione scritta quasi completamente in francese che mi ha trasmesso professionalità (vivo nella malsana convinzione che all’estero producano detergenti migliori rispetto a quelli italiani). E soprattutto vuoi per il prezzo irrisorio: 3,99 euro per 150 ml di prodotto. In ogni caso, questa volta il mio istinto ha fatto centro.

Lovea Gel detergente all'argilla

Partiamo dal marchio. Inizialmente, credevo fosse un marchio nuovo, mai visto in Italia. Poi, spulciando sul sito, mi sono ricordata di alcuni vostri post sulle creme solari bio in circolazione: di lovea, qui da noi, fino ad ora erano arrivati i solari, per lo più nelle Coin. Lovea è, dunque, un marchio quasi bio, che propone prodotti con almeno il 95% di ingredienti di origine naturale, senza parabeni e robaccia varia, a prezzi comunque abbordabili (qui potete leggere i propositi Lovea).
Il marchio propone diverse linee – viso, capelli, olii, solari, creme corpo, docciaschiuma – tutti acquistabili dal sito che, tuttavia, non dice il costo di spedizione all’estero. Non capendo un’acca di francese, rimando a qualcuno di più competente l’ardua sentenza.

In Italia, dunque, Lovea sta iniziando la distribuzione della linea Facial Care, consta di 6 prodotti: il detergente viso, pasta all’argilla verde multiuso, maschera purificante all’argilla verde, maschera purificante all’argilla rosa, maschera purificante all’argilla gialla, argilla verde. Il prezzo è, per tutti i prodotti, di 3,99 euro, anche se dal sito si potrebbero acquistare per 3,70 euro.
Dove li potete trovare? Eh, bella domanda. In teoria OVS avrebbe l’esclusiva del marchio, in pratica ancora si fa fatica a trovarli. Da me a Brescia, ad esempio, non c’è neppure l’ombra.

Il packing del detergente è davvero molto semplice e classico, tipo tubetto di maionese (Sì, sono le quattro del pomeriggio e sto pensando a delle tartine), interamente in materiale reciclabile.
Il prodotto ha consistenza simil gel, di colore bianco, dall’odore quasi di menta. Si tratta di un detergente davvero molto fresco: la piacevole sensazione non la si ha solo al momento dell’utilizzo, ma persiste anche per due o tre ore. Ciò che mi piace davvero di questo prodotto è l’estrema sensazione di pulizia. Non credo mi sia mai capitato, prima, di provare un prodotto simile: di solito la sensazione era solo un millantamento delle pubblicità. Risulta davvero piacevole sciacquarsi il viso con questo prodotto, non c’è che dire, e penso che in estate la sensazione sia ulteriormente accentuata.
Stando all’etichetta, il prodotto è adatto a qualsiasi tipo di pelle, tuttavia mi sento di sconsigliarlo a chi ha la pelle sensibile. Ha un grandissimo potere astringente, ma devo dire che durante i primi due giorni dell’utilizzo mi ha spellato un po’ la base del naso. Niente che, comunque, non si sia risolto con un po’ di crema idratante.
Passati i primi due giorni – per così dire – di adattamento, la pelle ne trae notevoli benefici. In circa un mese e mezzo di utilizzo, mattino e sera, ho visto i miei brufoli ridursi da orrendi bubboni a puntini rossi, e ho notato che la mia pelle tendeva a non produrre più così tanto sebo come prima. Una manna dal cielo, insomma, peccato che due settimane fa l’abbia terminato e che la mia pelle abbia ripreso le sue cattive abitudini. In ogni caso, la santissima Fidya ha detto che me ne reperirà un paio e me li spedirà! Così finalmente potrò farvi una review decente sulla mia skincare.
Qui di seguito vi lascio l’inci!
Un bacio grande!

Lovea Gel detergente all'argilla INCI

Caratteristiche Generali

Prodotto: Detergente all’argilla

Marca: Lovea

Prezzo: 3,99 euro

Quantità: 150 ml

Scadenza: 24 mesi

Reperibilità: OVS

P.S.
Misato mi fa notare che il profumo si trova in postazione abbastanza alta nell’INCI, per qualcuna di voi forse potrebbe essere un problema.