Care giovincelle,

Lo so, lo so. Ho promesso di scrivere e non l’ho fatto. In mia discolpa posso dire che avevo un sacco di cose in mente, da scrivere qui, ma che tra un pensiero e l’altro non ho avuto modo di rendere concrete sul blog. C’è da dire che odio scrivere post “forzati”, sono una di quelle che se non ha ispirazione non ce la fa proprio a produrre nulla. Infarcisco di errori di sintassi il post, scrivo due righe poi mi distraggo a fare altro e infine cancello tutto perchè non sono minimamente soddisfatta del mio lavoro. Così, ultimamente, ho lasciato il blog solo soletto.
Spesso dico su facebook che ammiro chi di voi riesce a scrivere post programmati, perchè io completamente disorganizzata in questi giorni. Nonostante l’università sia iniziata da ben un mese, non sono ancora stata capace di stilare una tabella di marcia da seguire per non diradare così tanto i post. Mi piace scrivere, lo sapete, perchè mi aiuta a sfogare lo stress: spesso, però, sono talmente stanca mentalmente che non ce la faccio ad elaborare dei buoni testi.
Credo, tuttavia, che inizierò ad usare il mio adorato IStudiez pro che ho scaricato sull’ipad – si tratta di una specie di calendario pensato per gli studenti dove si possono organizzare i corsi accademici, inserire professori, e visualizzare sul calendario chi riceve quel giorno, cose così, insomma – anche per il blog. Pensavo di seguire, più o meno, il seguente schema: dedicare un paio di giorni alla settimana alla scrittura di post, e i restanti ai commenti sui vostri blog. Mi fa un po’ ridere parlare di “giorni”: tra l’università, le ripetizioni, gli incontri con i docenti ecc spesso riesco a ritagliarmi giusto la sera, se non devo andare in piscina. Cercherò di fare di più, promesso.

Qualche giorno fa, la mia anima gemella letteraria – che prende il nome di “migliore amico” o “Alex” – mi ha linkato tre mostre ai miei occhi super interessanti da andare a visitare.
La prima, intitolata Body Worlds, è quella del discusso artista Gunther Von Hagens, che mette in mostra veri corpi umani plastinati a mo’ di statue. Sono anni che desidero vedere questa mostra, da quando vidi un servizio a Mistero (prima o poi vi parlerò di questa mia perversa passione per quel programma). Quest’estate, in Slovenia, vidi i cartelloni pubblicitari e mi sarebbe piaciuto un sacco andarci, ma purtroppo non c’era il tempo. Il costo è di 15 euro, per gli studenti ridotto a 14 (diamine, si sprecano!), e si potrà visitare alla Fabbrica del Vapore. Ecco un’immagine tratta da un’esposizione:

La seconda mostra riguarda la figura del vampiro, in particolare di Dracula. Intitolata “Dracula e il mito dei vampiri“, essa mostra l’influenza avuta da questo personaggio storico – ricordo che la leggenda è fiorita attorno al personaggio di Vlad Tepes, detto l’impalatore – sia nella letteratura che nel mondo degli audio-visivi. Il costo è di 8 euro, ridotto a 6,50, ed è visibile alla Triennale.

Ultima mostra, che in realtà ho proposto io ad Alex e non viceversa (ecco, ve l’ho detto, sono stanca e mi contraddico da sola! :P), è una piccola esposizione riguardante le edizioni Salani.  Per i non appassionati, le edizioni Salani hanno pubblicato le più famose edizioni di libri per bambini e ragazzi, partendo da favole famose come Pinocchio, Cenerentola, Biancaneve e romanzi come Cuore o Incompreso, fino ad arrivare al più celebre Harry Potter. La mostra si trova al Castello Sforzesco, è intitolata “Da Pinocchio a Harry Potter” e si trova al Castello Sforzesco. L’ingresso è totalmente gratuito.

Come avrete forse già compreso, faccio questo post per chiedere se qualcuna di voi – oltre a Manu – desidera unirsi alla comitiva.
Naturalmente, chi non desidera vedere una o più di queste mostre, può raggiungerci direttamente al loco dell’altra mostra, o unirsi per pranzo..insomma, l’incontro è libero da vincoli!=)
Premetto che verrò accompagnata dai miei amici, ma non sentitevi in imbarazzo perchè sono molto simpatici e alla mano (anzi, ignorate certe battutacce che facciamo fra di noi, meglioXD), e verremo nei weekend, sicuramente dopo il 23 di novembre perchè la mostra su Dracula verrà aperta in quel periodo.
Un’ultima cosa, per farvi sorridere. Quando ho detto al mio moroso che avrei chiesto pure a voi di unirvi alla comitiva, si è lasciato andare in un lamento da cane bastonato e ha frignato “Oh noooooo! Ancora shopping!”. L’ho rassicurato che questa volta non sono previsti giri di negozi. Poverino, l’altra volta l’ho traumatizzato!

Bacio grande!