Sono una ragazza impregnata d’odio. Sono maledettamente lunatica, basta un niente per farmi incazzare. E con “niente” intendo pure una banalissima pagina web che non si carica abbastanza velocemente, o l’evidenziatore che si scarica nel bel mezzo di un manuale che devo studiare. L’intensità dell’incazzatura varia, ovviamente, dipende da molti fattori: presenza di ciclo, fame, stress. 
Così, ho deciso di aprire su questo blog una sorta di rubrica – I vaffanculo del mese – nella quale vi illustrerò verso chi o che cosa è rivolta la mia ira mensile. Ecco qui i miei Vaffanculo di marzo.

Vaffanculo, commessa di Kiko. “Commessa”, in generale, perchè tanto sono tutte tarate nel cervello allo stesso modo. Perchè, stramaledettissima donna, se ti chiedo un fondotinta chiario, tu mi devi rispondere “Sì, cara, ho capito, come il mio!”? Che quando ti guardo la prima cosa che mi viene in mente è che tu ti sia spalmata in faccia del catrame? E no, cerrrto che hai ragione. Quel fondotinta dona solo un incarnato più abbronzato. Cerrrto. Dimmi, dolcezza, come mai in faccia sembri Obama e dal collo in giù sei una cazzo di mozzarella? E no, non la compro quella matita labbra rosso fuoco. No, bella, quelle labbra marroncine contornate da una matita marchiata a fuoco non sono fini. Con quel trucco puoi fare concorrenza ad It, cara. E levati dal muso quel sorriso finto-gentile, che ti si sta sgretolando la maschera così sapientemente costruita.

Vaffanculo, vecchiaccia che mi hai fregato il posto da Bottega Verde, dicendomi che avresti fatto in fretta, e poi hai passato tre quarti d’ora a disquisire con la commessa riguardo i benefici di questa piuttosto che quella crema anti-cellulite. Dimmi, adorabile vecchina, avrai quanto? Ottant’anni? Avrai le rughe fin dentro al culo, hai provato con una piastra per capelli? C’hai le tette talmente cadenti che se ci attacchi uno straccio pulisci a terra, che diavolo vuoi rassodare? Che ‘ste creme non funzionano nemmeno sulle ventenni, figuriamoci su di te! 

Annunci