Domani andrò a colloquio dalla mia relatrice, per informarla sull’andamento della tesi. Forse, sarebbe più appropriato parlare di  decorso visto che, in un mese, ho prodotto solo 15 pagine.  Speravo che con l’avvento del maltempo il mio cervello si decidesse a mettere in moto gli ingranaggi: non chiedevo molto, giusto di mettere al lavoro un paio di neuroni.
C’è un vecchio adagio che recita:  “Resisto a tutto, meno che alle tentazioni.”. Ebbene, questo è il mio stile di vita. Quindi, ho preparato una sfilza di scuse che potrei proporre alla docente domani.

Senta, prof, io normalmente sarei una persona diligente, non è colpa mia se… 

  1. Il maltempo mi manda in depressione.
  2. Esiste Facebook.
  3. Esiste facebook, e mi taggano in foto orrende che io devo assolutamente staggare prima che la mia faccia brufolosa diventi di pubblico dominio.
  4. Esiste facebook, e devo sistemare la mia casa su Pet Society.
  5. Ho una costellazione di brufoli sul faccione, e quindi quando faccio le foto devo passare il pomeriggio seguente a levarmeli con photoscape. 
  6. Esiste WordPress.
  7. Devo assolutamente leggere gli ultimi aggiornamenti delle mie amiche blogger.
  8. Alla coin c’è Essence, e io devo assolutamente accalappiarmi dei prodotti prima di qualche malefica bimbominkia.
  9. Ogni tanto esce uno spiraglio di sole. Non potrò mica vivere come una talpa? Sono già cieca uguale, dovrò rinchiudermi in qualche tunnel sotterraneo?
  10. Il mio gatto pretende le coccole.
  11. Sono ricominciati Bones e Glee. Se lei dovesse scegliere tra il culo di David Boreanaz e un foglio di Word, dove cadrebbe la sua scelta?
  12. I miei genitori decidono di far riparare il pc baracca fermo da due anni e, nel staccare i cavi, mettono tutto in un unica scatola alla rinfusa così, per ricollegare il tutto, mi tocca maledire ogni byte. 
  13. Scovo nei blog nuove cose da comprare.
  14. Devo convincere il mio moroso a scarrozzarmi nei negozi dove acquistare i suddetti prodotti.
  15. Quando decido di fare la tesi, puntualmente qualche parente arriva a casa a trovarci.
  16. A pochi passi dall’uni ci sono, nell’ordine: una coin, due kiko, una lush e una bottega verde. E 7 librerie, oltre a negozi di vestiti vari.
  17. Devo rincorrere il gatto che adora giocare con i miei pennelli da trucco.
  18. Mio padre compra il salame nostrano, a cui non so resistere, mi vengono i brufoli e quindi devo agire come nei punti 3 e 5.
  19. Mi hanno rapita gli alieni e io devo farmi intervistare da Giacobbo.
Annunci