18 aprile 2011

Sabato, per inaugurare le vacanze pasquali (iniziate giusto oggi), siamo andati a Rovereto, scarrozzati dal buon Alex. 
Un po' mi mancava, il mio adorato Trentino. Per 17 anni sono andata in villeggiatura a Levico Terme, ridente paesino a 20km dal capoluogo. E' un po' la mia seconda patria, a quella regione sono legati tanti ricordi: amori, amicizie, gite. Da sempre subisco il fascino della montagna: in me c'è una piccola Heidi, a quanto pare. Mai provato a leggere un libro sdraiati su una coperta in mezzo ad una radura? O stare semplicemente a guardare il cielo stellato ascoltando i rumori della natura? La montagna è l'unico luogo in cui io mi senta veramente tranquilla ed in pace con me stessa: la città, con il suo ritmo frenetico mi stressa; il mare con il suo clima caldo ed afoso mi innervosisce. 
Dicevo. Sabato mattina, ore 8.30, ci siamo avviati verso Rovereto.  Non nascondo che esseremi svegliata alle 7 della mattina mi abbia un po' destabilizzata, essendo io una gran dormigliona. Passato lo shock mattutino, 

Annunci